Calendario Eventi
August 2020
M T W T F S S
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6
 5 visitatori online

Pippo & Albi in Finale ai Campionati Italiani, Tommi vince la gara di scherma integrata

Sono due gli atleti del Circolo Scherma Montebelluna a raggiungere la Finale a 8 ai Campionati Italiani Under 14 svolti a Rimini. Filippo Quagliotto nel Fioretto Maschietti e Alberto Castiglioni nella Spada Allievi conquistano un risultato di grande prestigio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E' la gara Maschietti di fioretto ad aprire le competizioni (ben 150 atleti in gara) e sono subito soddisfazioni per il Circolo! I 2 rappresentanti montebellunesi partono forte: nei due turni eliminatori Marco Marotta raccoglie 9 vittorie e 2 sconfitte, mentre Filippo Quagliotto vince 11 assalti su 12 guadagnandosi il pass per il primo turno di diretta, turno nel quale Marco supera 10-7 il pisano Pinna. Al secondo turno Marco la spunta 4-3 alla priorità contro Vasco di Rapallo, mentre Pippo non ha problemi e batte 10-2 il livornese Benucci. Il turno dei 32 non riserva particolari rischi e per entrambi c'è una vittoria per 10-4 (Marco contro il toscano Gliozzi, Pippo contro il cuneese Lauria). L'assalto che decide gli 8 finalisti è fatale per Marco che nulla può contro il futuro Campione Italiano, il pesarese Barbarossa, che lo batte 10-3. Per Marco comunque una splendida prestazione che lo proietta tra i grandi interpreti della categoria. Pippo invece si guadagna la Finale sconfiggendo in un assalto condotto alla perfezione il bellunese Lorenzon per 10-2. In finale nulla da fare contro il n. 1 del tabellone, il romano Di Veroli: Pippo parte sotto 2-6, rimonta fino al 6 pari, ma poi cede alla superiorità fisica del fortissimo avversario. Il traguardo raggiunto consente a Filippo di chiudere l'anno al 3° posto nel ranking nazionale.


Il secondo giorno di gara vede la prova di Matilde Zappalorto. La Maty parte alla grande, perde solo un assalto 4-5 nei gironi ed è al 16° posto della diretta. Purtroppo però Matilde, dopo un'agevole vittoria 10-4 con l'anconetana Petrelli, cede alla tensione e non riesce ad esprimersi al meglio contro la padovana Furlan da cui è sconfitta 8-10. Maty si deve accontentare della 34° piazza finale..

La terza giornata è quella dei rimpianti. Apre le danze Anna Chiara Bordin nella Sciabola Allieve. La "Macellara" appare subito in giornata: 17esima dopo i gironi, massacra la foggiana Marchetti 15-1 e poco dopo si guadagna un posto tra le migliori 16 sconfiggendo la bustocca Pellegatta con un perentorio 15-7. L'assalto valido per la Finale vede Anna Chiara opposta alla n. 1 del tabellone, la foggiana Pollice. La montebellunese è avanti, esprime la sua scherma rapida e potente, ma alcune stoccate non vengono ritenute valide dall'arbitro e, dopo molte polemiche, alla fine la nostra atleta deve soccombere. Una sconfitta che brucia, decisamente immeritata, segnata da un arbitraggio che definire parziale è un eufemismo.

Sono due gli atleti del Circolo Scherma Montebelluna a raggiungere la Finale a 8 ai Campionati Italiani Under 14 svolti a Rimini. Filippo Quagliotto nel Fioretto Maschietti e Alberto Castiglioni nella Spada Allievi conquistano un risultato di grande prestigio.

E' la gara Maschietti di fioretto ad aprire le competizioni (ben 150 atleti in gara) e sono subito soddisfazioni per il Circolo! I 2 rappresentanti montebellunesi partono forte: nei due turni eliminatori Marco Marotta raccoglie 9 vittorie e 2 sconfitte, mentre Filippo Quagliotto vince 11 assalti su 12 guadagnandosi il pass per il primo turno di diretta, turno nel quale Marco supera 10-7 il pisano Pinna. Al secondo turno Marco la spunta 4-3 alla priorità contro Vasco di Rapallo, mentre Pippo non ha problemi e batte 10-2 il livornese Benucci. Il turno dei 32 non riserva particolari rischi e per entrambi c'è una vittoria per 10-4 (Marco contro il toscano Gliozzi, Pippo contro il cuneese Lauria). L'assalto che decide gli 8 finalisti è fatale per Marco che nulla può contro il futuro Campione Italiano, il pesarese Barbarossa, che lo batte 10-3. Per Marco comunque una splendida prestazione che lo proietta tra i grandi interpreti della categoria. Pippo invece si guadagna la Finale sconfiggendo in un assalto condotto alla perfezione il bellunese Lorenzon per 10-2. In finale nulla da fare contro il n. 1 del tabellone, il romano Di Veroli: Pippo parte sotto 2-6, rimonta fino al 6 pari, ma poi cede alla superiorità fisica del fortissimo avversario. Il traguardo raggiunto consente a Filippo di chiudere l'anno al 3° posto nel ranking nazionale.

Il secondo giorno di gara vede la prova di Matilde Zappalorto. La Maty parte alla grande, perde solo un assalto 4-5 nei gironi ed è al 16° posto della diretta. Purtroppo però Matilde, dopo un'agevole vittoria 10-4 con l'anconetana Petrelli, cede alla tensione e non riesce ad esprimersi al meglio contro la padovana Furlan da cui è sconfitta 8-10. Maty si deve accontentare della 34° piazza finale..

La terza giornata è quella dei rimpianti. Apre le danze Anna Chiara Bordin nella Sciabola Allieve. La "Macellara" appare subito in giornata: 17esima dopo i gironi, massacra la foggiana Marchetti 15-1 e poco dopo si guadagna un posto tra le migliori 16 sconfiggendo la bustocca Pellegatta con un perentorio 15-7. L'assalto valido per la Finale vede Anna Chiara opposta alla n. 1 del tabellone, la foggiana Pollice. La montebellunese è avanti, esprime la sua scherma rapida e potente, ma alcune stoccate non vengono ritenute valide dall'arbitro e, dopo molte polemiche, alla fine la nostra atleta è sconfitta. Una sconfitta che brucia, decisamente immeritata, segnata da un arbitraggio che definire parziale è un eufemismo.

Sono due gli atleti del Circolo Scherma Montebelluna a raggiungere la Finale a 8 ai Campionati Italiani Under 14 svolti a Rimini. Filippo Quagliotto nel Fioretto Maschietti e Alberto Castiglioni nella Spada Allievi conquistano un risultato di grande prestigio.

E' la gara Maschietti di fioretto ad aprire le competizioni (ben 150 atleti in gara) e sono subito soddisfazioni per il Circolo! I 2 rappresentanti montebellunesi partono forte: nei due turni eliminatori Marco Marotta raccoglie 9 vittorie e 2 sconfitte, mentre Filippo Quagliotto vince 11 assalti su 12 guadagnandosi il pass per il primo turno di diretta, turno nel quale Marco supera 10-7 il pisano Pinna. Al secondo turno Marco la spunta 4-3 alla priorità contro Vasco di Rapallo, mentre Pippo non ha problemi e batte 10-2 il livornese Benucci. Il turno dei 32 non riserva particolari rischi e per entrambi c'è una vittoria per 10-4 (Marco contro il toscano Gliozzi, Pippo contro il cuneese Lauria). L'assalto che decide gli 8 finalisti è fatale per Marco che nulla può contro il futuro Campione Italiano, il pesarese Barbarossa, che lo batte 10-3. Per Marco comunque una splendida prestazione che lo proietta tra i grandi interpreti della categoria. Pippo invece si guadagna la Finale sconfiggendo in un assalto condotto alla perfezione il bellunese Lorenzon per 10-2. In finale nulla da fare contro il n. 1 del tabellone, il romano Di Veroli: Pippo parte sotto 2-6, rimonta fino al 6 pari, ma poi cede alla superiorità fisica del fortissimo avversario. Il traguardo raggiunto consente a Filippo di chiudere l'anno al 3° posto nel ranking nazionale.

Il secondo giorno di gara vede la prova di Matilde Zappalorto. La Maty parte alla grande, perde solo un assalto 4-5 nei gironi ed è al 16° posto della diretta. Purtroppo però Matilde, dopo un'agevole vittoria 10-4 con l'anconetana Petrelli, cede alla tensione e non riesce ad esprimersi al meglio contro la padovana Furlan da cui è sconfitta 8-10. Maty si deve accontentare della 34° piazza finale..

La terza giornata è quella dei rimpianti. Apre le danze Anna Chiara Bordin nella Sciabola Allieve. La "Macellara" appare subito in giornata: 17esima dopo i gironi, massacra la foggiana Marchetti 15-1 e poco dopo si guadagna un posto tra le migliori 16 sconfiggendo la bustocca Pellegatta con un perentorio 15-7. L'assalto valido per la Finale vede Anna Chiara opposta alla n. 1 del tabellone, la foggiana Pollice. La montebellunese è avanti, esprime la sua scherma rapida e potente, ma alcune stoccate non vengono ritenute valide dall'arbitro e, dopo molte polemiche, alla fine la nostra atleta è sconfitta. Una sconfitta che brucia, decisamente immeritata, segnata da un arbitraggio che definire parziale è un eufemismo.

Sempre nel corso del sabato, scendono in pedana gli Allievi di fioretto. Nei gironi tutte vittorie per Albi Castiglioni, spreca l'ultimo assalto Tommi Biancuzzi e chiude con una sconfitta dopo aver vinto tutti gli altri assalti, 4 vittorie e 2 sconfitte per Robi Luzzato, 3 vittorie e 3 sconfitte per Enrico Adami. Il primo turno di diretta non crea problemi ai nostri: Albi e Robi vincono entrambi 15-0 (con lo spezzino De Luisa e con il romano Castrichella), Tommi 15-1 con il milanese Salvaneschi, Enrico 15-11 con l'anconetano Bolli. Il secondo turno è però fatale a Robi ed Enrico, sconfitti da Pivetta 6-15 e da Valori Ventura 13-15 (dopo una vera battaglia); mentre prosegue la corsa di Tommi e Albi (per entrambi un 15-4 al pescarese Abbatantuoni e al catanese Napoli). L'assalto per i 16 è fatale a Tommi, battuto 12-15 dal fortissimo Danieli di Vincenza (dopo un match tirato punto a punto), Albi invece supera 15-8 il romano Sacchetto ma cede nell'incontro per la Finale ad un altro vicentino, il futuro vicecampione italiano Dal Santo per 9-15.

La terza giornata si chiude però con una grande soddisfazione per i colori montebellunesi: c'è la vittoria di Tommi Biancuzzi nella 2° edizione del torneo paralimpico integrato di scherma in carrozzina. Il portacolori del Club Scherma Montebelluna in finale supera per 10-5, Emanuele Lambertini, della Zinella Scherma Bologna. Tommi aveva superato nei quarti la compagna di squadra Anna Chiara Bordin (alla fine 7°) ed in semifinale il bolzanino Lauria per 10-8. Grande soddisfazione anche per Enrico Adami che chiude al 6° posto.

La IV giornata si apre con i Ragazzi, del Fioretto: Davide De Nardo, dopo aver vinto 2 assalti nel girone, si deve arrendere al secondo turno di eliminazione diretta all'anconetano Pilli per 3-15.

Delusione nelle Allieve di fioretto dove Vittoria Zappalorto e Anna Chiara Bordin partono male in girone e poi, nella diretta, non riescono ad invertire la tendenza. La Vicky è out al primo turno, sconfitta 11-15 dalla romana Mosiello, la "Scisciona" supera 15-4 la leccese Castrignanò ma poi è battuta 15-8 dalla senese Monaci.

Il riscatto montebellunese arriva nella Spada Allievi. Nei gironi Albi Castiglioni ottiene 5 vittorie ed una sconfitta, Tommi Biancuzzi 4-2, Robi Luzzato 3-3, Enrico Adami vince un solo assalto ed esce poi al primo turno di diretta, sconfitto 14-15 dal goriziano Rissetto. Al secondo turno Robi supera 15-9 il milanese Cerminara, stesso punteggio per la vittoria di Albi sul modenese Barbi, Tommi esce per mano del livornese Bizzi per 13-15. Al terzo turno Robi lotta ma cede 13-15 con il forte Scarsi di Casale, mentre Albi non ha problemi contro il riminese Bagnoli battuto 15-8. Al quarto turno Alberto compie il miracolo e supera uno dei grandi favoriti della gara, il forlivese Paolini: Albi parte 5-1, allunga fino al 10-5, subisce la rimonta avversaria fino all'11 pari, ma trova le forze per chiudere 15-13. Nel match valido per la Finale, il montebellunese travolge 15-7 il genovese Bianchi, rifacendosi così della delusione per la mancata finale di fioretto. Nell'assalto contro il romano Caudo delle Fiamme Oro Albi regge fino al secondo tempo, ma sul 9-9 gli mancano completamente le forze e la vittoria arride a Caudo. Il 7° posto è comunque un eccellente piazzamento in una gara di quasi 200 tiratori.

La V giornata vede Davide De Nardo impegnato nella Spada Ragazzi. Davide non fa un buon girone ma tira uno splendido primo assalto di diretta superando il catanese Barbagallo 15-12 prima di uscire per mano del cagliaritano Dessy per 6-15.

Nel Fioretto Ragazze una brutta giornata per Dafne Callegari che dopo le 2 vittorie in girone è battuta 3-15 dalla Ciampi di Latina.

Nella Spada Allieve Vittoria Zappalorto vince 2 assalti su 5 nel turno eliminatorio, ma cede al secondo match di diretta, battuta 8-15 dalla romana Pappalardo.

Le competizioni di Riccione si chiudono con la Spada Ragazze, dove Dafne Callegari non riesce a riscattarsi: dopo le due vittorie in girone è sconfitta 6-15 dalla milanese Mangiarotti.

 

FOTO AUGUSTO BIZZI

Ultimo aggiornamento (Lunedì 25 Giugno 2012 08:18)

 

Archivio News